DANNI TERREMOTO

23,5 miliardi di euro i danni del sisma del centro Italia

23,5 miliardi di euro: stima del Dipartimento della Protezione Civile trasmessa alla Commissione UE.

AREZZO 15 febbraio. Dal 24 agosto 2016 il terremoto non da tregua al centro Italia; Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo sono state colpite duramente dal sisma che ha distrutto interi paesi, intere realtà economiche lasciando le persone nel dolore per le perdite subite. La stima dei danni ammonta a 23,5 miliardi di euro tra danni diretti e costi sostenuti per l'emergenza; Il dipartimento di Protezione civile ha trasmesso il fascicolo a Bruxelles per l'attivazione del Fondo di solidarietà dell'UE. Già il 16 novembre scorso era stata presentata la richiesta di attivazione con una stima danni fino al 25 ottobre 2016, ma la terra ha continuato a tremare e i danni successivi sono andati moltiplicandosi e sommandosi a quelli inizialmente previsti tanto da dover integrare la precedente richiesta.
12,9 miliardi sono i danni ad edifici privati, 1,1 a quelli pubblici: case infrastrutture, industrie, coltivazioni, palazzi, chiese, .........; il resto sono i costi sostenuti per sostenere l'emergenza sul territorio: riattivazione di utenze e impianti, realizzazione di alloggi provvisori, ripristino di strade, servizi di soccorso.....
Sulla base dei dati trasmesi in precedenza, la Commissione UE aveva già concesso il 29 novembre, l'anticipo massimo consentito sul contributo del fondo (30 milioni). Dopo il sisma del 18 gennaio l'emergenza si è aggravata creando la necessità di aggiornare il fascicolo da trasmettere alla Commissione.

Categoria:

Regione: